20081023

Mashtria

Innanzi tutto un appunto sulla lettura del termine: il suono "sh" è importantissimo e caratterizza la pronuncia abruzzese.

Mashtrià è intraducibile in italiano con un unico verbo: racchiude l'azione del fare e dell'inventare e indica quindi un'operazione mentale oltre che manuale. Possiamo tradurlo quindi con avere mani e mente impegnate.


La foto ritrae l'esecuzione del tombolo, un ricamo molto particolare tipico dell'Abruzzo: più che un ricamo si tratta di annodare e intrecciare. I fili vengono mossi, con l'aiuto dei rocchetti, intorno agli aghi che vengono fissati sul cuscino che serve da supporto. Ecco un possibile risultato:

Sicuramente una donna che fa il tombolo sta "mashtriando"!

Mia madre lo usa sempre quando parla di me: "Veronica shta simbr a mashtrià!" = "Veronica sta sempre impegnata a fare e inventare qualcosa"

4 commenti:

redazione ha detto...

benvenuta veronica!

Ross ha detto...

Ohibò, anche tu qui? Che bello, la famiglia si allarga! :-)

veronica ha detto...

@Redazione grazie mille!

@Ciao Ross, si si ci sono anche io :D

Chetilda ha detto...

Maschtria può anche indicare intrattenersi amorevolmente con il proprio partner...
Certo... l'accezione non è delle più eleganti!!
;)

Posta un commento

per non commentare da anonimo: nel menù "Commenta come" è possibile inserire un nickname scegliendo "Nome/URL". Chi vuole lascia vuoto il campo "URL".

 
minima template © bowman | indormia custom