20090911

sanpieròta

sanpieròtaLa sanpieròta o "sampieròta" è un'imbarcazione che prende il suo nome da San Pietro in Volta, uno dei borghi dell'isola litoranea di Pellestrina. È un'imbarcazione a fondo piatto in legno tipica della tradizione lagunare veneta. Originariamente utilizzata per la pesca lagunare, può essere spinta a remi da due rematori (uno a poppa e uno a prua) oppure da uno solo a poppa (con un remo, o con due remi nella vogata detta "alla valesana"), da un piccolo motore fuoribordo (normalmente con un massimo di 9.9 cv), oppure a vela, armata "al terzo". In questa configurazione l'armo velico può a sua volta essere composto dalla vela maestra (la randa) issata sull'albero maestro, cui affiancare un fiocco armato in testa d'albero, oppure un "vela di trinchetta" issata sull'albero di trinchetta (sul trasto di prua).

Si tratta di un'evoluzione del sandolo; la sua linea ricorda quella del topo ma rispetto a quest'ultima imbarcazione è più corta, larga e bassa di bordo. Ha prua alta e ampia per meglio affrontare le onde nelle bocche di porto.

La sua costruzione è più semplice rispetto a quella del topo, in quanto lo scafo viene realizzato seguendo la naturale elasticità delle assi di legno, senza bisogno di ricorrere a forme e piegature a fuoco.

0 commenti:

Posta un commento

per non commentare da anonimo: nel menù "Commenta come" è possibile inserire un nickname scegliendo "Nome/URL". Chi vuole lascia vuoto il campo "URL".

 
minima template © bowman | indormia custom