20090919

Accufecchià, 'ccufecchià

accufecchià, 'ccufecchià : coprire bene

Accufecchià, 'ccufecchià, coprire bene. Nel Dizionario del dialetti piceni fra Tronto e Aso, di F. Egidi, troviamo che la voce significherebbe 'appiattarsi'; e così anche a Montefiore e Montegallo; ugualmente "ccheficchià" ad Offida e Monsampolo.

Sarà che la temperatura, dopo il tramonto, non è più quella di qualche settimana fa, ma sul letto ho messo la copertina di lana, e di sera, mi sistemo bene sotto il suo tepore, tutta 'ccuficchiate.

Ricordo la prima volta che ho sentito questa espressione, dopo poche settimane dal mio matrimonio, ero in montagna con la cognata (sorella di mio marito) e due bambine, sua figlia e una sua nipote, un mattino, dalle coperte del letto, di questa nipote, spuntava si e no, il naso... mia cognata si mise a ridere e disse: "che sti a fà, nepo' tutta 'ccuficchiate? Sinte fredde?" (che stai facendo, nipote, tutta coperta? Senti freddo?), e al mio sguardo attonito, tradusse, iniziadomi così allo studio del dialetto Sambenedettese! Adesso queste due bambine, sono mamme, la nipote di mia cognata, ha 2 figli mentre, la figlia di questa congnata, mia nipote, ne ha 3... come passa il tempo!

1 commenti:

em ha detto...

trovo molto carina questa: "che sti a fà, nepo' tutta 'ccuficchiate? Sinte fredde?"

Posta un commento

per non commentare da anonimo: nel menù "Commenta come" è possibile inserire un nickname scegliendo "Nome/URL". Chi vuole lascia vuoto il campo "URL".

 
minima template © bowman | indormia custom