20090116

galani

jpgda galàno (nastro)
=
crostoli, chiacchiere, bugie, cenci,
frappe, frappole, sfrappole...
come dici tu?

5 commenti:

cristina ha detto...

io li chiamo "cenci", ma fa già parte del tuo elenco...

gaz ha detto...

Boni i gaeani, pensar che i preferisso anca ae fritoe...
trad=buoni i galani, pensare che li preferisco alle frittelle...

ricetta:Fritoe venexiane
Piatto: dolce di Carnevale
Difficoltà: media
Preparazione: 20 minuti
Riposo: 3 ore circa
Cottura: 20 minuti
Ingredienti
Per 6 persone:
500 g di farina
20 g di lievito di birra
2 uova
100 g di zucchero
100 g di burro
Un bicchiere di latte
100 g di cedro e arancia canditi
100 g di pinoli
150 g di uvetta
Un bicchiere di rum
Scorza grattugiata di mezzo limone
Olio per friggere
Preparazione
Mettere l’uvetta a bagno nel bicchiere di rum.
Sciogliere il lievito di birra in due cucchiai di latte tiepido.
Mescolare le uova con lo zucchero, aggiungere il burro, mescolare nuovamente e quindi incorporare la farina, il lievito e il resto del latte.
Una volta ottenuta una pastella omogenea, aggiungere l’uvetta sgocciolata, i canditi, i pinoli e la buccia grattugiata di limone. Formare una palla, coprirla con un panno di lana e lasciarla lievitare in un luogo riparato.
Quando la pasta è raddoppiata di volume, mescolarla nuovamente e farla lievitare per altre 2 ore.
A questo punto scaldare abbondante olio in una pentola e versarvi dentro alcune cucchiaiate di pasta alla volta. Farle brunire, asciugarle
con carta da cucina e cospargerle di zucchero.

em ha detto...

i canditi? ma tu scherzi...

gaz ha detto...

Diciamo che ho esagerato...
Volendo c'è la versione senza uvetta,canditi e pinoli ... liscia! :)

paloz ha detto...

Sfrappole forever!!
:P

Posta un commento

È preferibile non commentare come Anonimo: nel menù "Commenta come" è possibile inserire un nickname scegliendo "Nome/URL". Chi vuole lascia vuoto il campo "URL".

 
dialetticonline | minima template © bowman | indormia custom