20081211

vocali

In italiano mentre le lettere a, i, u rappresentano ciascuna un solo suono vocalico, le lettere e, o sono ambigue, indicando ognuna una vocale aperta (è, ò) e una vocale chiusa (é, ó).

Per notare graficamente l'apertura delle vocali medie, è possibile servirsi degli accenti grave e acuto:
È ed Ò per indicare le vocali medio-basse, cioè aperte (come in italiano bèllo e nòve);
É ed Ó per indicare le vocali anteriore e posteriore medio-alte, cioè chiuse (in italiano védo e sóno).

Come accade per l'italiano, anche nel dialetto veneto le vocali medie si contrappognono:

óro (orlo, bordo, lato)òro (metallo prezioso; "òro!" esclamazione tipica per: bene, benissimo, benone, molto bene!)
stéa (stella) stèla (grossa scheggia di legno) *

* La L intervocalica cade quando preceduta da E ed I. In ogni altro contesto essa è mutata in semiconsonante palatale media...

1 commenti:

gaz ha detto...

'naggia...
Sempre da studià!!!
;-)

Posta un commento

per non commentare da anonimo: nel menù "Commenta come" è possibile inserire un nickname scegliendo "Nome/URL". Chi vuole lascia vuoto il campo "URL".

 
minima template © bowman | indormia custom