20110306

incignare

Incignare : cominciare a usare, a consumare (o usare per la prima volta).

"Un mi pareva'l caso d'incignà il vestito nóvo per andà a fà la spesa!"

"Vórei sapé perchè hai aperto un altro pacco di pasta. Un hai visto che nella vetrina* ce n'era uno già 'ncignato?".

P.S. Invito a prendere visione dell'etimologia cliccando su codesto link.

* vetrina = dispensa/ mobile di cucina.

13 commenti:

guerreronegro ha detto...

È stato il primo verbo che ho imparato quando sono arrivato in Toscana dal natio Veneto. Ma ho sempre pensato che non fosse di origine toscana ma lombarda. L'ho infatti imparato andando a cena dalla mia vicina di pianerottolo casualmente a Pisa ma milanese-doc.

cristina ha detto...

E adesso invece sai che la tua vicina di casa aveva, molto probabilmente, a sua volta imparato ad usare questo verbo proprio a Pisa! :-)
p.s. Io lo uso di frequente. Non riesco a trovare un altro verbo che esprima in modo altrettanto esauriente lo stesso significato!

Anonimo ha detto...

L'equivalente in veneto è "Nisàr" : "Se pòl nisàr el panettòn, o eo mejo spetàr ??"

Ross ha detto...

Suona bene questo verbo.

cristina ha detto...

@Anonimo: ma "nisàr" sta per "iniziare"?
@Ross: anche secondo me! :-)

guerreronegro ha detto...

Esatto: nisar!
In dialetto veneto significa "aprire per cominciare", cioè esattamente incignare.

cristina ha detto...

Sì, sembra l'equivalente di incignare.
Ma lo si può usare anche, per esempio, riferito a un indumento o a un paio di scarpe nuove quando si indossano per la prima volta (quindi nel senso di "inaugurare")? Se la risposta è affermativa, nisar equivale al 100% a incignare.. :-)

gaz ha detto...

Dai miei studi e dalla consultazione dei testi, "nisàr" non risulta.
Probabilmente è solo una forma contratta del più semplice inisiàr = iniziare

:)

Caigo ha detto...

Forse anonimo è delle mie parti.
Io uso "nisàr" ma come ho detto ancora noi siam o sparagnini e accorciamo tutto: anche inisiàr. ;-)
ps: Anonimo... batti un colpo!

guerreronegro ha detto...

Io e la mia famiglia di origine abbiamo usato spesso sia "nisar" sia "inisiàr" in ambiti diversi. Per esempio di una bottiglia che si apriva di diceva "nisar" e non "inisiàr".

formichina ha detto...

Veramente "incignare" si usa anche a Napoli! Si usa anche quando uno è tutto tirato a lucido, si dice che si è "incignato" (che magari ha messo qualcosa di nuovo).

cristina ha detto...

Ciao, formichina. Sì, lo riporta anche uno dei due link che ho inserito nel post:
http://www.etimo.it/?term=incignare

pasquale ha detto...

Il verbo "incignare" nel suo significato specifico si usa normalmente anche in Calabria nella forma dialettale ( 'ncignari ).

Posta un commento

È preferibile non commentare da anonimo: nel menù "Commenta come" è possibile inserire un nickname scegliendo "Nome/URL". Chi vuole lascia vuoto il campo "URL".

 
minima template © bowman | indormia custom