20100608

bocca di rosa partenopea



Tutte me chiammano Bocca di Rosa
sentite che musso, che schiocche addirose
tutte me chiammano Bocca di Rosa
"ppe' mme l'ammore è 'a primma cosa".

Quanno scennette dint'a piazza
di un paesino vicino Avellino
subbeto 'a voce currette sicura:
"nunn è 'na monaca di clausura!"

Ce sta chia ammore 'o ffà pe' 'nziria
e chi 'o ffa pe' prufessione
Bocca di Rosa né ll'uno né ll'ato:
"lo faccio solo per devozione".

Ma 'a divozione diventa passione
e mentre sparpito per le mie voglie
'o sangue dal cuore mi sale in testa
mi scordo di chiedere all'uomo se ha moglie.

E allora 'e femmene d'o paese
comme si fussero cane mulosso
s'arrevutaiene tutte 'mparanze
pecché me stevo futtenno l'uosso.

Ma li bizoche di un paesello
songo 'mpechere che non fanno danno
allucche 'e papere, strille 'e galline
'o core che tremma, 'o ciato c'affanna.

'O munno è chieno di gente per bene
che Cristo all'altare servire si vanta
e quanno le voglie nun po' cchiù sfamare
pe dint'o velliculo piscia acqua santa.

Così una vecchia rimasta zitella
pecchè mai nisciuno l'aizata 'a vunnella
se pigliaie 'o mpiccio e tanto fuie 'nzista
me scassaie ll'ova cu tutto 'o canisto.

Chiammaie a raccolta tutt' 'e scurnacchiate
e le dicette cu 'a voce 'ncazzata
"Bocca di Rosa è mariola d'ammore,
punisca la legge stu disonore!"

Currettero allora dd'o maresciallo
quarantasei zizze pe' vintitre scialle
chella cchiù scura de carnagione
facette 'a parte d'o lione:
"Ormai so' tre mise che dura st'andazzo
all'uommene nuoste ha fatto asci' pazze
chella nun è femmena onesta
chisà c'annasconne sotto a la veste".

Vennero a casa col foglio di via
Pasquale e Luigino Santamaria
sete d'ammore dint'e penziere
sotto 'e divise d'e carabiniere.

Nientedimeno che alla stazione
ce steva 'na folla da fare impressione
me ne partevo purtanneme appriesso
quel libero amore a tutti concesso.
Dal maresciallo al parrocchiano
lacreme all'uocchie, cappello nmano.
Firmato da tutti vulaie 'nu messaggio
cc'o fiocco attaccato a 'na rosa de maggio.

In stretto anonimato
cu' lettere 'ncullate
"Bocca di Rosa, tiempo e furtuna
veneno e vanno come fà 'a luna!"

Primma d'o tuono arriva la luce
accussì corrono tutte l'nciuce
"Mo' arriva 'o treno cu Bocca di Rosa
currite currite, lassate ogni cosa!"

Alla stazione subbeto appriesso
truvaie a riceverme, un comitato
musica, fiori, sindaco in testa
manco si fosse 'nu capo 'e Stato.
Mo' pure 'o prevete s'é fissato
che stongo cca' per una missione
me vo' vicino int'a prucessione
pecché adda vencere 'a tentazione.

Cu' Maria Vergine in prima fila
me tiene d'uocchio 'nu poco 'a luntano
purtannese a spasso pe' tutto 'o paese
l'ammore sacro e l'ammore prufano.


2 commenti:

em ha detto...

per me 46 zizze per 23 scialli è puro genio

gaz ha detto...

"Bocca di Rosa è mariola d'ammore..."
bellissima :)

Posta un commento

per non commentare da anonimo: nel menù "Commenta come" è possibile inserire un nickname scegliendo "Nome/URL". Chi vuole lascia vuoto il campo "URL".

 
minima template © bowman | indormia custom