20091116

Uàzza

Nebbia

Mille gocce d'acqua che al mattino ti stringono le ossa, come ferro gelido sugli occhi, la Uàzza scende dai colli e ti sale addosso. Il sole d'inverno è la gemma preziosa che ne fa svanire l'incanto.

8 commenti:

gaz ha detto...

Da noi, nella profonda pianura padana, la nebbia più fitta, quella che ti isola dal resto del mondo, è il caigo .

Ciao Veronica :)

mr.gone ha detto...

a perugia è molto simile, diciamo Guazzera

Shady ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Shady ha detto...

@mr.gone ma la guazzera non è la rugiada? :)
(noi umbri abbiamo la capacità di far diventare rudi anche le parole più delicate) :D

mr.gone ha detto...

ciao Shady, hai ragione la guazzera è la rugiada (Spinelli docet);))

Shady ha detto...

@mr.gone :) adesso lo posto :D grazie! a te e a Spinelli :D :D

Bokk74 ha detto...

Dalle parti della ciociaria si diceva "Guazza", nebbia... io lo dico così: http://bokk74.blog.kataweb.it/2006/11/12/nebbia/

spina di cactus ha detto...

Nelle basse Marche, per "'uazza" si intende la rugiada! ;-)
Ciao, R

Posta un commento

per non commentare da anonimo: nel menù "Commenta come" è possibile inserire un nickname scegliendo "Nome/URL". Chi vuole lascia vuoto il campo "URL".

 
minima template © bowman | indormia custom