20110512

artéteca



Dal tardo latino arthritica, malattia che colpiva le ossa delle gambe.
L'artéteca è uno stato di irrequietezza e agitazione, che si traduce nell'incapacità a stare fermi. La parola è spesso oggetto diretto del verbo tenere, come nella frase: "Chillu criaturo tene artéteca!", per parlare di un bimbo particolarmente vivace che non riesce a starsene tranquillo senza muoversi.


__________________
similia tag | rebègolo

9 commenti:

gaz ha detto...

quasi un similia di "rebegolo" :D

formichina ha detto...

è stato ripristinato, ma è sparito il commento di gaz! non avevo fatto in tempo a rispondere... :(

gaz ha detto...

dicevo:
"Bel post formichina :)

Per fortuna che c'è blogger che funziona sempre!"

:D

formichina ha detto...

ahahahahaha!
mi ricordo vagamente di un similia...

notizie del futuro ha detto...

Sono anni che mi dicono che ho l'arteteca...

redazione@gaz ha detto...

Benvenuto a Notizie del futuro!

notizie del futuro ha detto...

Non mi aspettavo un benvenuto così pomposo... ^_^

formichina ha detto...

ma su dialetticon i benvenuti si fanno cosi': o pomposi, o niente! :p

clara ha detto...

Ma che dialetto è?

Posta un commento

È preferibile non commentare da anonimo: nel menù "Commenta come" è possibile inserire un nickname scegliendo "Nome/URL". Chi vuole lascia vuoto il campo "URL".

 
minima template © bowman | indormia custom