20100927

disunione che unisce

(Adnkronos | 27/09/2010) - Anche Lorenzo Tomasin, docente di Linguistica Italiana presso l'Università Ca' Foscari di Venezia, ha approfondito il rapporto tra dialetti, lingua nazionale e Unità d'Italia. "I dialetti sono il fenomeno di disunione che unisce il nostro paese" ha spiegato. "La quantità e la qualità delle realtà dialettali che troviamo in Italia non sono paragonabili a quelle di nessun altro Paese di lingua romanza".

"A rendersi conto per primo di questa unità/diversità è stato proprio Dante - ha spiegato Tomasin - che nel De vulgari eloquentia propone come lingua nazionale una sintesi culturale dei dialetti italiani".
"Non bisogna dimenticare - ha concluso - che l'italiano e i dialetti sono figli della stessa madre, il latino, e che l'italiano non è altro che un dialetto scelto quale lingua nazionale".

0 commenti:

Posta un commento

per non commentare da anonimo: nel menù "Commenta come" è possibile inserire un nickname scegliendo "Nome/URL". Chi vuole lascia vuoto il campo "URL".

 
minima template © bowman | indormia custom