20090614

baicolo

baicolibaìcolo = cefalo (pesce) giovane
biscotto carratteristico di Venezia, la cui forma ricorda appunto il cefalo giovane.

Giuseppe Boerio, nel suo “Dizionario del dialetto veneziano” pubblicato nel 1856, così li descrive: “Pastareale condita di zucchero, spugnosa, biscottata e tagliata in fettucce sottilissime, che s’inzuppa nel caffè o simili bevande. Dicesi baicolo per similitudine, benché grossolana, alla figura dei piccolissimi cefali, chiamati appunto Baicoli”.

Famosa e storica la scatola di latta con il disegno del cavaliere che offre alla sua dama i baicoli e con questa scritta:

No gh’è a sto mondo, no, più bel biscotto,
più fin, più dolse, più liziero e san
per mogiar nela cìcara o nel goto,
del Baicolo nostro Veneziàn

Non c'è al mondo, no, più bel biscotto,
più fine, più dolce, più leggero e sano
per intingere nella tazza o nel bicchiere,
del Baicolo nostro veneziano.

scatola di latta

0 commenti:

Posta un commento

per non commentare da anonimo: nel menù "Commenta come" è possibile inserire un nickname scegliendo "Nome/URL". Chi vuole lascia vuoto il campo "URL".

 
minima template © bowman | indormia custom