20120202

galiverna


galivèrna (s.f.) | nebbia fitta

12 commenti:

Filo ha detto...

Ci vuole il corno da nebbia.

em ha detto...

tipo così? ;)

Caigo ha detto...

Suona bene? :D

Filo ha detto...

Eh, sì, tipo questo, e Caigo ne ha trovato uno che suona proprio come me lo immaginavo io!
Aaah,mi vengono in mente certi romanzi di Simenon...

Wu Ming 1 ha detto...

Ma siete sicuri?
In ferrarese "galiverna" è la brina. La rugiada ghiacciata.

gaz ha detto...

@WM1, la nebbia è comunemente detta caigo, penso che galiverna sia un termine decisamente in disuso e comunque riferito a una nebbia molto fredda, quasi ghiacciata; potrebbe essere quindi simile al ferrarese.

Sentiamo che dice anche @em :-)

Wu Ming 1 ha detto...

@ gaz, sì, ci può stare, in fondo la brina può essere considerata nebbia che si è posata sull'erba e si è congelata :-)

em ha detto...

@gaz, @WM1 ci metto un po' a rispondervi in quanto febbricitante... secondo le mie fonti il termine dovrebbe in qualche misura derivare da "caligo" (nebbia)+"hibernus" (agg. | invernale)... come di nebbia ghiaccia sui baffoni del pescatore che si reca in valle all'alba ;)

gaz ha detto...

@em, ti auguro di guarire presto :-)

Roberto (Maistretu) ha detto...

le avevano i posapetardi,sulle linee ferroviarie dove era presente la nebbia.. questi casellanti posavano tre petardi in prossimità dei segnali di avviso lungo le linee ferroviarie, avvertivano il macchinista del treno che avrebbe trovato dopo 1200 metri il segnale di prima categoria, magari rosso.. ne fregai una e la conservo ancora, ottone scuro e cordino intrecciato..scomparvero negli anni ottanta sul finire..
Maistretu

Wu Ming 1 ha detto...

Dunque, dunque...
Vedo che in italiano "galaverna" ha un significato molto vicino a quello che riscontravo per "galiverna" in ferrarese.
http://it.wikipedia.org/wiki/Galaverna
Ma chiaramente, rientrano in quest'accezione anche i baffi ghiacciati di cui sopra :-)
Sulla questione etimologica, è possibile che quel "gal-" sia lo stesso di "galassia", cioè deriva dal greco "gala", che vuol dire "latte" e quindi, per estensione, "bianco".

Anonimo ha detto...

Mia nonna veneziana doc usava chiamare "baliverna" (con la B) una stanza gelida quando ancora non c'erano i termosifoni. "'sta camara zè 'na baiverna"

Posta un commento

per non commentare da anonimo: nel menù "Commenta come" è possibile inserire un nickname scegliendo "Nome/URL". Chi vuole lascia vuoto il campo "URL".

 
minima template © bowman | indormia custom