20120505

sorare

soràre (rifless. soràrse) | 1. raffreddare, calmare; 2. sciorinare; 3. riposarsi dopo un lavoro; (fig.) 4. affievolirsi di un sentimento.

Corrisponde all'antico italiano "sciorare" (spandersi, sciorninare) dal lat. "exaurare" (da "aura" = aria): propriamente "spandere nell'aria".

[Turato e Durante, Dizionario etimologico veneto italiano, La Galiverna, 1995]

5 commenti:

gaz ha detto...

e mi par giusto, dopo aver fatto il caffè con la cógoma , si versa nella cìcara a soràrse un pochino :-)

Caigo ha detto...

E già mi sembra di vedere il buon em completare l'opera con il classico resentin.
Questa e scienza! :D

gaz ha detto...

@caigo, eheheh!
come ho fatto a dimenticarmene ;-)

Filo ha detto...

A piumeta a piumeta spelliamo tutta la galineta...beh, all'incirca.
Non c'è un un po' di dolce? :)

Michele ha detto...

'rsuràr anche qui , quando appunto ci si riferisce a 'rìs in brö ' (riso in brodo) o altre 'bevande calde' da lasciar 'raffreddare' prima del consumo: o ti ustionano il palato:)

Posta un commento

È preferibile non commentare da anonimo: nel menù "Commenta come" è possibile inserire un nickname scegliendo "Nome/URL". Chi vuole lascia vuoto il campo "URL".

 
dialetticonline | minima template © bowman | indormia custom