20110731

pèrzeca


Pèrzeca: pesca bianca, tipica dell'agricoltura campana, soprattutto del napoletano.
Probabilmente "frutto della Persia".
La seconda "e" è praticamente muta.


__________________
similia tag | persego

20110730

scaolafasolo

scaolafasòlo | capriola "a fagiolo" (gioco infantile)

20110728

Incu dop mezde

"Incù dop mezdè" = Oggi pomeriggio

20110725

Gigióna

Cresce nella rüìda (il roveto, in dialetto la parola cambia genere).

farsora


Farsóra, farsúra, fersúra = padella per friggere


20110718

i nua

video
fonte | YouTube

20110713

mòrbio

mòrbio (agg.) | 1. morbido; 2. floscio; 3. allampanato; 4. malaticcio, cagionevole
[fonte: R. Trevisan]

pare dal lat. morbidus (fradicio), derivato da morbus (malattia)
[fonte: Turato-Durante]

20110712

Basse-bassete

Basse-bassete
(lucciole- Lampyris noctiluca)

Int'e seire d'estae, da figliöi, andavimu int'e aurive a scure e basse-bassete, abasurai da ste lüxete ch'i s'açende e i s'asmorça.

(Nelle sere d'estate, da bambini, andavamo tra gli ulivi a rincorrere le lucciole, stregati da queste lucette che si accendono e si spengono.)

Racconta un poeta dialettale, Dionisio Bono (Isio), che si definiva con l'espressione scherzosa "vermu de San Martin"una lampadina da 25 watt, o forse meno, che illuminava poco più di se stessa, facendo riferimento alla lucciola femmina che emette una piccola luce , ma senza intermittenza, come invece fanno gli esemplari maschi.

20110711

Banda

Parte, lato, direzione

20110708

sfroso

Sfròso (de) = di frodo, di nascosto, illegalmente

el ze andà a pescar de sfròso  =  è andato a pescare senza licenza


N.B  - Illustrazione creata appositamente dal nostro mitico pixelpittore, Caigo
          che immensamente ringrazio :-)

20110705

Cerqua

cerqua (s.f.) | quercia

Dopo aver letto il post precedente (drénto) ho ricordato uno dei primi "scontri" col dialetto Sambenedettese . . . eravamo in compagnia, l'Uomodellamiavita, alcuni amici suoi con moglie e fidanzate ed io, a prendere qualcosa al bar era una sera d'estate, se parlavano in dialetto non capivo niente e loro mi traducevano . . . ad un certo punto, dopo una serie di battute ironiche, uno dice "La sinde cerqua? L'accett(e) tajia!" e tutti giù a ridere . . . io perplessa me ne sto zitta. Due o tre tra i commensali chiede se ho capito, al mio diniego, spiegano "La senti quercia? L'accetta taglia!" (che dovrebbe corrispondere a "battere la sella per far capire all'asino").

Altri proverbi che hanno per protagonista la "cerqua" e che ho imparato negli anni: La cèrqua n(e)n fa le melaranc(e) "La quercia non fa le arance" e La cèrqua fa la ghiànna "la quercia fa la ghianda".



__________________
similia tag | cerqua

20110701

drénto

drénto [prep., avv., s.] | dentro

 
minima template © bowman | indormia custom